Sensori per Macchine di riempimento - Contrinex Italia
Home > Soluzioni > Macchine di riempimento > Il sensore fotoelettrico Miniature individua il livello di r

Share |

Il sensore fotoelettrico Miniature individua il livello di riempimento durante le operazioni di confezionamento secondario

Durante il confezionamento secondario dei sacchetti di dolciumi, i sacchetti vengono disposti in strati sovrapposti. I robot pick-and-place multi-asse addetti al confezionamento allineano e dispongono gli strati di sacchetti in scatole di cartone preformato. Al termine dell'operazione, le scatole vengono trasportate alle stazioni di sigillatura. Un sensore fotoelettrico ad elevata affidabilità, installato direttamente sopra il trasportatore, rileva l'altezza dello strato superiore di sacchetti in ogni scatola prima di procedere con la sigillatura, scartando quelle che non sono state riempite a sufficienza.

Vantaggi per il cliente

·         Controlli qualità in linea, senza contatto, affidabili e ripetibili

·         Miglioramento della qualità grazie al rilevamento in tempo reale delle scatole non correttamente confezionate

·         Aumento della produttività grazie all'allarme di stabilità che segnala le esigenze di manutenzione preventiva

·         Un solo sensore per scatole di diverse dimensioni, senza necessità di riposizionamento

·         La regolazione a distanza tramite IO-Link riduce i tempi di cambio prodotto

Vantaggi specifici del prodotto

·         Campo di rilevamento massimo di 300 mm con LED pinpoint rosso

·         Soppressione dello sfondo e prestazioni bianco/nero impareggiabili

·         Connettività IO-Link disponibile senza costi aggiuntivi per le versioni PNP

·         Doppia uscita con allarme di stabilità

Applicazione del cliente

Nell'industria di trasformazione alimentare, la stratificazione sovrapposta è una tecnica diffusa per ottimizzare lo spazio durante le operazioni di confezionamento secondario. I dolciumi, sigillati in sacchetti a soffietto di forma prevalentemente triangolare, vengono disposti in strati alternati e sovrapposti all'interno di scatole di cartone preformato. Quando la scatola è piena, passa a una stazione di sigillatura e quindi alla zona di pallettizzazione e distribuzione. I sacchetti di dolciumi preallineati arrivano alla stazione di confezionamento in file equidistanti. In ogni stazione, un robot pick-and-place multi-asse solleva una fila di sacchetti, la allinea e la fa scendere in una scatola preformata. Gli strati successivi vengono sovrapposti ai precedenti, in modo da utilizzare tutto lo spazio disponibile all'interno della scatola. Dopo aver disposto il numero predefinito di strati, la scatola viene trasportata alla stazione di sigillatura. Occasionalmente può accadere che uno o più strati non vengano disposti correttamente. Talvolta una fila di sacchetti può risultare incompleta all'arrivo nella stazione di confezionamento, oppure uno o più sacchetti possono essere danneggiati o male allineati. Per questa ragione è necessario disporre di un sensore senza contatto che rilevi l'altezza dello strato superiore di sacchetti e che scarti le scatole non conformi. Il sistema deve essere affidabile e deve richiedere una manutenzione minima.

Soluzione del cliente

I robusti sensori fotoelettrici con soppressione di sfondo della serie C23 di Contrinex sono perfetti per questo scopo. Un LED pinpoint rosso con un punto di luce di 10 mm di diametro al massimo campo di rilevamento di 300 mm garantisce un'individuazione altamente affidabile di oggetti di ogni colore su sfondi chiari o scuri. Questi sensori sono perfetti sia per l'attività che devono svolgere sia per l'ambiente in cui devono essere collocati. Subito dopo il confezionamento viene installato un sensore singolo, in posizione centrale sopra al trasportatore. Mentre ogni scatola si sposta lungo un percorso prestabilito verso la stazione di sigillatura, il sensore rileva la superficie superiore dei sacchetti confezionati. Se l'altezza dello strato superiore non rispetta i limiti preimpostati, il sensore attiva un meccanismo di scarto che devia la scatola verso un'area di accumulo per i colli che devono essere ispezionati. All'interno dei loro alloggiamenti in miniatura da 20 x 30 x 10 mm, i sensori fotoelettrici C23 sono disponibili con le uscite standard PNP o NPN a 3 o 4 fili. Il collegamento al sistema di controllo del cliente avviene tramite un cavo con guaina in PVC e, a scelta, connettore M12 integrato o ingresso cavo completamente stagno. Una seconda uscita genera un allarme di stabilità in caso di sensibilità ridotta, evidenziando la necessità di un intervento di manutenzione preventiva prima di arrivare al degrado delle prestazioni. Il posizionamento ottimale dei sensori è facilitato dalla gamma di staffe di fissaggio a più posizioni, completamente personalizzabile. Il campo di rilevamento compreso tra i 15 e i 250 mm si adatta a scatole di diverse dimensioni senza necessità di riposizionare il sensore. È sufficiente una semplice regolazione elettrica con il potenziometro integrato, mentre la regolazione da remoto tramite IO-Link, un protocollo di collegamento seriale standardizzato punto-punto, è disponibile di serie senza costi aggiuntivi per le versioni PNP.

 


Powered by Mk Media - Sitemap - rss RSS